Stryx. Il marchio della strega e la sua autrice Connie Furnari

Buonasera amici lettori,  eccomi a voi con un’altra intervista. Oggi vi presento Connie Furnari e il suo romanzo Stryx. Il marchio della strega. Seguiteci perché le streghe di Connie vi stupiranno.

images (11)                  1531717_674718445913957_968521572_n

 

Un’autrice molto attiva, Connie Furnari, nella sua biografia leggiamo che inizia ad inventare storie appena impara a scrivere e troviamo, infatti, al suo attivo un gran numero di opere, alcune liberamente visionabili sul suo sito www.conniefurnari.blogspot.it.

Si potrebbe definire il suo genere letterario come “fantasy”, ma è un fantasy più ricercato, studiato e appena complesso. Insomma, Connie non scopiazza, lei prende l’Urban Fantasy e il Paranormal romance e li fa suoi.

Conosciamo, allora, meglio l’autrice e il suo romanzo. 

Ciao Connie, benvenuta nel mio blog.

A. Ho letto che ti sei laureata in lettere presentando una tesi sul “racconto perturbante”. M’incuriosisce quest’aspetto del “fantastico” che influenza in modo diverso la vita degli altri. Ce ne parli brevemente?

C. È difficile spiegare in pochissime righe una tesi di laurea! In sintesi, il “perturbante” è innato in ognuno di noi, siamo tutti attratti dall’oscurità: iniziamo a subire il suo fascino già dalle fiabe dell’infanzia e le stesse paure si rispecchiano anche nella nostra vita da adulti.

A. Spieghiamo ai nostri lettori cos’è l’Urban fantasy? In che modo lo hai conosciuto e quando hai scoperto che è il tuo genere preferito.

C. L’urban fantasy, come dice la stessa parola, è un fantasy di ambientazione urbana, a differenza del fantasy puro, che invece proietta verso universi alternativi. Ho sempre saputo che era il mio genere, scrivendo ho compreso di saperlo descrivere meglio del fantasy classico. Mi piace narrare le gesta di personaggi inusuali come streghe e angeli, integrati con il nostro mondo.

A. Una domanda che si riallaccia al discorso della prima. Prendendo in esame la fiaba classica, quelle che i genitori raccontano ai figli: pensi che i loro personaggi, orchi, draghi e il famigerato lupo cattivo di Cappuccetto Rosso, con le loro azioni e le loro descrizioni, possano influire negativamente sulla psiche di un bambino?

C. Negativamente no. I personaggi oscuri attraggono i bambini perché vanno contro le regole, è l’eccitazione della trasgressione. È un modo per affrontare le proprie paure.

A. Ora veniamo al tuo romanzo: Stryx. Il marchio della strega. Sarah e Susan, due sorelle, due lati opposti della magia, che all’apparenza possono sembrare in contrasto, ma che a quanto pare, possono unirsi e combattere insieme contro lo stesso nemico. Qual è la forza che lega queste due sorelle?

C. Sicuramente un forte legame. Le sorelline sono le streghe più “vecchie” della Congrega, hanno affrontato molte prove assieme. Sono opposte ma complementari, come dico sempre, due generi opposti di donna. Oltre che alle piccole gelosie e dispetti, scontati tra sorelle, si vogliono un gran bene!

A. Le tue streghe rappresentano quelle dell’immaginario classico, non ti sei lasciata influenzare da contaminazioni estere. Si può dire che sono nostrane? C’è una qualche leggenda italiana a cui ti sei, anche se in parte, ispirata?

C. No, a nessuna leggenda. Io amo il folklore, quindi le mie streghe volano sulle scope e hanno corvi e gatti neri. Forse per questo Stryx ha avuto tutto questo successo, perché Sarah e Susan sono due vere streghe, nella forma arcaica del termine. Tutte le lettrici si possono identificare con loro perché sembrano anche normali adolescenti.

A. Spieghiamo ai lettori perché il tuo non è il classico libro sulle streghe?

C. Stryx è un romanzo metaforico, tramite una trama semplice e scorrevole illustra problemi attuali, come la violenza sulla donna. Ogni lettore può trovare similitudini con la propria vita, sia con Sarah che con Susan

A. Svelaci qualcosa che finora non è mai stato detto della trama.

C. Eheehhehe. Un piccolo anticipo sul seguito di Stryx: ritornerà Arthur, il primo amore di Sarah. Non vi dico come, ma ci saranno parecchi scontri tra lui e Scott, l’attuale ragazzo della nostre strega dai capelli rossi, nonché suo sosia… 😉

Grazie Connie.

Qui trovate la trama e la recensione del libro. Dal sito La Biblioteca di Eliza.

http://labibliotecadieliza.blogspot.it/2013/07/stryx-il-marchio-della-strega-di-connie.html

Link per l’acquisto:

http://www.lafeltrinelli.it/products/9788897139041/Stryx_Il_marchio_della_strega/Furnari_Connie.html

L’autrice mette inoltre a nostra disposizione due sue opere:

Immagine

Moonlight

http://conniefurnari.blogspot.it/2013/10/moonlight-di-connie-furnari.html

Zelda cover di Connie Furnari

Zelda

http://conniefurnari.blogspot.it/2013/10/moonlight-di-connie-furnari.html

Per adesso è tutto, grazie e alla prossima.

Annalisa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...