Scrivere un romanzo. Fase 1

Immagine 043

Nell’immagine Birichinate di Antonio Borghesi

Dal blog In Nomine Artis, il mio articolo su come scrivere un romanzo.

Buongiorno amici e lettori di In Nomine Artis, ringrazio Annarita e Viviana per questa nuova collaborazione e spero di condividere con Voi tante belle cose e informazioni utili.

Io sono Annalisa e da oggi scriverò degli articoli che ci accompagneranno in uno splendido viaggio, quello della composizione e pubblicazione di un romanzo. Fino a giungere ad una presentazione.

Vorrei brevemente motivare il nome di questo primo articolo. Esso si rifà alla filosofia di Epicuro, la quale sostiene che la verità non è ciò che vediamo, ma ciò che sentiamo. La verità è quella che sentiamo sia vera, possiamo conoscerla attraverso le nostre sensazioni, le sensazioni più della conoscenza non possono mentirci, in quanto, è l’interazione fra il nostro spirito e il mondo. Da qui è nato questo pensiero: e se ciò che scriviamo, arriva da un mondo parallelo a quello materiale e noi siamo solo un veicolo per la sua manifestazione? Scopriamolo insieme.

Prima tappa: la bozza

Vi sarà capitato più di una volta di sentire o leggere che per scrivere un romanzo ci sia bisogno di uno schema, di uno studio accurato e di tecniche di scrittura. Ciò potrebbe aver demoralizzato molte persone, non per mancanza di volontà, ma bensì perché, mentre ci si dedica a quanto menzionato, la nostra idea occupa man mano un posto meno rilevante e il pensiero di dover fare tutto insieme ci scoraggia. Ecco, il mio intento è liberarvi da tutto questo e portarvi comunque alla scrittura di un libro. Precisiamo, è vero che tutti possiamo scrivere, ma è soprattutto vero che ci vuole passione, impegno e costanza. E mai, mai andare di fretta.

Partiamo pertanto dall’idea.

Abbiamo un’idea, bene, scriviamo gli appunti come se già stessimo stendendo il nostro romanzo. Scriviamo quindi “Capitolo 1” e tutto ciò che ci viene in mente, lo riportiamo sul foglio (che sia cartaceo o word). Da qui si aprono due strade: o si continua fino alla fine annotando solo le idee o ad un certo punto ci fermiamo e ciò che credevamo difficile, (schema, studio, tecnica ecc.) ci sarà naturale. Quindi, in questo secondo caso prenderemo notizie e continueremo.

Se, invece, senza uno schema e lo studio sentiamo di non poter iniziare, allora con calma e costanza provvediamo a questi elementi. Partiamo in questo caso da una base più solida, ma sarà sempre opportuno in seguito, verificare di nuovo i dati e magari (tecnica suggerita dal mio editore) scrivere accanto alla parola “Capitolo” ciò di cui vogliamo parlare nel capitolo stesso.

In entrambi i casi ci ritroviamo alla fine con una bozza. Rileggendo la bozza ci faremo tanti “complimenti”: sì, è detto in forma ironica perché i nostri commenti saranno “Ma cosa ho scritto?… Cosa volevo dire?… Ma guarda che errore… La trama è noiosa” ecc. Cose che ci fanno venir voglia di togliere tutto da mezzo. Ma è normale! Cosa pensavamo, che alla prima stesura fosse già un capolavoro? Di sicuro lo è nella nostra testa, perché lo vediamo già finito, ma sulla carta non è finito anche se siamo giunti alla fine della bozza.

Quindi nel prossimo articolo, vi darò suggerimenti su come continuare.

Buone pagine a tutti, che siano di lettura o scrittura.
Annalisa

Piccoli passi di un romanzo

IMG_1789

Taranto, io e Fabio Dessole (Direttore editoriale di Arpeggio Libero)

Buongiorno amici, nella vita tutto può accadere e dopo i tanti problemi che accompagnarono l’uscita del romanzo “Canta per me”, il maestro Corrado Taranto, nipote del grande Nino Taranto, mi ha invitata a scriverne la sceneggiatura. Oggi inizia questa nuova avventura, incrociate le dita con me.

Passa in finale per il WritersXfactor…

Clicca qui per Profumo d’Ottobre

Clicca qui per Tersa

Clicca qui per Canta per me

Buonasera amici,

vi avevamo annunciato un ripescaggio per il contest di Magla. Ebbene, lo staff Magla ha deciso.

Lo staff Magla

ha decretato come sesta autrice del team donne under 30

che passa di diritto in finale

ALESSANDRA BERTINI

con

ERAVAMO SOLO DEI MULAS

COMPLIMENTI ALESSANDRA

Ricordo che il tema del prossimo racconto è CONFINE e che deve essere consegnato alla coach

entro il 4 Ottobre

Classifica dei racconti che passano in finale – Magla WritersXFactor

WritersXFactor – CLASSIFICA FINALE

 locandina def

Dopo il voto social si sono espressi
anche i giudici del WritersXFactor

Ecco i 20 autori che accederanno alla finale:

BERNARDINELLO SARAH

BORGHESI ANTONIO

CAMALLERI CATENO MARCO

CARDONE VIVIANA

CRISANTEMI MICHAEL

FARAMONDI FRANCESCA

GIOVAGNOLA LUCA

GRANCHI MASSIMO

INGARAMO GIANLUCA

KHALDI ANDREA “RUMIGAL”

MELATO ADELAIDE

NOLLI ALESSIA

PIANI SIMONE

PISCITELLI FRANCESCO

RIZZI ANNALISA

SCAMPONE ANNAMARIA

SCIANNIMANICO COSIMA

SERAFINI ROBERTO

TARDO ORIANA

TRAFINCI ANNARITA

Un ringraziamento a chi ha votato, ai giudici che hanno dato la loro competenza, professionalità e disponibilità a valutare un numero considerevole di racconti e, soprattutto, a tutti i concorrenti che hanno messo anima e talento nel raccontare le loro storie.

Complimenti ai finalisti
ma un attestato di stima a tutte e tutti gli scrittori partecipanti!

Ricordiamo che i punteggi finali sono stati conteggiati dando un’incidenza del 30% al voto social e un’incidenza del 70% al voto della giuria.