Canta per me

 

603676_10201898470162942_7643922209884451835_n

Amici sono emozionatissima, ieri 30 Aprile 2014 è stato pubblicato il mio primo romanzo stampato dalla casa editrice Arpeggio Libero di Lodi. Il romanzo in questione è CANTA PER ME, di cui vi posto la trama e un assaggio. 🙂

Vi aspetto mercoledì 28 maggio alle ore 18, alla libreria Marotta e Caffiero (Nel teatro Bellini di Napoli) per parlarne insieme.

Interverranno

Fabio Dessole – Direttore editoriale di Arpeggio Libero

Marta Tempra – Amica e collega

Antonio Cacace – Mentalista con un interessante esperimento sulla comunicazione

E, rullo di tamburi, ospite a sorpresa!

Per iniziare a conoscere il libro, domani 2 maggio, ore 16, inizia il blogtour Canta per me sul blog La Biblioteca di Eliza.

11942_10201898470482950_5271238070457243776_n

 

Trama

Caterina – 26 anni, un ex fedifrago alle spalle, tre fratelli minori a carico – lavora come receptionist alla Sirena Experimental, una casa discografica di Caserta: tra amiche, rivali, un galante superiore con un debole per lei, il suo universo è caotico ma tutto sommato stabile, almeno fino al giorno in cui arriva lui. Francesco Monni, il nuovo autore milanese, un metro e sessanta di arroganza, presunzione, talento e… fascino, ahimé. Perché da sempre il mistero affascina, e di mistero attorno alla figura di Francesco, che insieme al Festival e ad un’imminente fusione turberà la quiete della casa discografica, ce n’è molto: perché infatti il giovane autore ha abbandonato il palcoscenico? Cosa lo ha spinto ad affidare a ragazzette viziate e prive di talento i suoi magnifici testi? Perché, insomma, ha smesso di cantare?

Marta Tempra 

Brani

“Manuela era intenta a limarsi le unghie e quando vide il giovane biondo a pochi passi dall’ingresso, per poco non cadde dalla sedia. – Oh mio Dio, mio Dio! – urlò provando ad avvicinarsi al cantante. Io la osservai e cercai con mille smorfie di farle capire che doveva restare al suo posto, ma lei finse spudoratamente di non vedermi.

– Avanti, cucciola, ritorna al tuo posto. – le dissi e lei guardandomi con la coda dell’occhio, mi rispose: – Mi hai presa per un cane?

– No, per una cagna in calore!

– Ma ti rendi conto, è Mirko, Mirko degli Angelsband!

– Capirai, avessi detto Tiziano Ferro, Jovanotti… – esclamò Nadia, mentre giocherellava con i tarocchi.

– Voi siete pazze! Sta per entrare il più bel cantante degli ultimi anni e ve ne state tranquillamente sedute?

– Se metto le mani nei capelli e grido per due volte “Oh mio Dio” può andare? – le domandai.”

***

“- Oh santo cielo, hai fatto di tutto per arrivare qui. Quando sei arrivata la prima volta in azienda, eri stonata come una campana, nessuno ti sopportava. Le nostre povere orecchie imploravano pietà tutte le volte che cantavi. Quale stonata ragazza, che come te penso non ce ne siano neanche a pagare, ha mai avuto la fortuna sfacciata di qualificarsi per il Festival? – le dissi.

Lei mi guardò e chissà perché accigliò lo sguardo.

– Vai, sorellina, affondala. – esclamò Luigi.

– Stai cercando di confortarla o di uccidere il suo amor proprio? – s’informò Francesco.

– Confortarla.

– Allora, se un giorno avrò bisogno di essere confortato, non farlo!”

***

“…Arriviamo al girotondo e qui viene coinvolta inevitabilmente anche la sposa. È l’unico momento in cui il fotografo ti ha lasciata in pace e ti accingi a mangiare quelle pietanze che il cameriere ti ha timidamente conservato sul tavolo per pietà. Arriva la dolce e piccola damigella, mandata dalla madre cattiva, e con quella vocina flebile flebile, ti dice – Vieni a ballare anche tu, è la tua festa.

Tu, presa dalla cieca stanchezza e dal gonfiore ai piedi, causato dalle scarpe nuove che ti sembrano delle trappole di ferro, rispondi: – Ho pagato mille euro per gli animatori e tu stai qui a rompermi le scatole!? – lei ti fa il visino dispiaciuto e tu ti leghi al tavolo per non cedere. Ecco, allora, gli zii e i cugini che ti prendono di peso, ti piazzano al centro del girotondo e tu devi stare lì a vedere la massa, ormai informe di gente, che ti gira intorno con dei respiri da asino cardiopatico.”

Canta per me – Edizioni Arpeggio Libero

1° presentazione – Mercoledì 21 Maggio – Liberia Marotta e Cafiero – Teatro Bellini Napoli

 Commenti su Canta per me

 

 

Blogtour “Canta per me” in programma, primi blog in lista:

La biblioteca di Eliza Domani 2 maggio ore 16 – Tema: La famiglia ieri e oggi

In viaggio con i libri – Ginevra Wilde

 

Cancelli di carta

Scintille d’anima – Blog di Loriana Lucciarini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...