Profumo d’Ottobre: il primo incontro di Claudia e Vanni

Profumo d’Ottobre: il primo incontro di Claudia e Vanni

Una mattina mi alzai più assonnata della sera precedente, le altre erano già di sotto e mi lamentai perché anche quella volta avrei saltato la colazione. Ero un ghiro inguaribile. Dopo essermi preparata per la giornata, indirizzai lo sguardo verso la finestra e mi soffermai a osservare Capodimonte. Distrassi solo un attimo lo sguardo, quando qualcosa attirò la mia attenzione: un ragazzo attraversava il cornicione all’altezza della mia finestra. Aggrottai le sopracciglia e mi affacciai, mentre lui s’era già portato più avanti. Aggiustando gli occhiali, vidi che era alto e bruno e indossava la coppola. Lui s’accorse che qualcuno lo guardava e si voltò verso di me; restai folgorata dal suo sguardo, gli occhi erano neri, proprio come quelli di mio padre.

Uè, bambulella bella, che c’è? Ti ho spaventata? Scusami, non era mia intenzione. – mi disse.

Io non ho detto niente e comunque che cosa ci fai sul cornicione? – gli chiesi, mostrandogli l’altezza col dito. Lui guardò di sotto, poi sorrise e non potei fare a meno di ammirare la sua bella dentatura bianca che contrastava con la pelle arsa dal sole estivo.

Mi piaci, – commentò – un’altra al posto tuo avrebbe urlato. Qui sono tutte mocciose e fifone. Sei nuova? Non ti ho mai vista.

Sorrisi anche io. Mi sembrava tanto surreale parlare tranquillamente con un ragazzo attaccato al cornicione.

E infrangi spesso il regolamento per accorgerti che sono nuova?

Perché, esiste un regolamento?

Com’era simpatico e com’erano belli i suoi occhi.

Adesso scusa, – riprese – devo andare, altrimenti mi scoprono.

E dov’è che vai? Non ci sono le lezioni estive?

Bambolina bella, è luglio, con questo caldo me ne sto chiuso in aula? Me ne vado al mare. – mi strizzò l’occhio.

Al mare? Bello.

Lui socchiuse le palpebre, sembrava non credere alle mie parole; dopo un po’ continuò – Vuoi venire anche tu?

Lo ammetto, quella domanda mi sorprese e m’impaurì, però l’idea era buona per fare infuriare mio zio: Adele si sarebbe lamentata con lui.

Allora, bambulè?

Allora sì.

E brava! Vieni, ti aiuto.

Non avevo idea di dove si andava passando da lì, ma quando mi prese la mano e mi cinse la vita, per non farmi cadere, sentii che potevo fidarmi.

Link amazon

51tlmllhjyl-_sy346_

Fiori d’inverno. Battiti

Fiori d’inverno. Battiti

Sereno pomeriggio 🙂

Vi presento il mio secondo romanzo rieditato e con un nuovo titolo: Fiori d’inverno. Battiti

Gratis su tutti gli store.

9788892647732

Hai paura?

No. Non ho mai paura quando sono con te.

Cristian le sorrise, si avvicinò al suo viso e lasciò un piccolo spazio tra le loro labbra: – Diventeremo la coppia di giornalisti più famosa d’Italia. – rise – E insieme fonderemo un giornale, come Scarfoglio e Serao.

Come corri.

Devi puntare sempre in alto.

Scarfoglio e Serao si separarono.

Noi non ci separeremo. Ti va di fare l’amore?

Saremmo dei colleghi di lavoro, ma va bene lo stesso.

TRAMA

Nell’Italia del secondo dopoguerra, Martina, di appena sedici anni, sogna d’imparare a leggere e a scrivere, ma i genitori, per le pessime condizioni economiche in cui si ritrovano le famiglie dopo la fine del conflitto, la costringono a lavorare nel piccolo negozio di famiglia. Al tempo stesso il cuore della giovane palpita per Cristian, noto e intraprendete giornalista che ha visto da vicino le atrocità dei campi di concentramento, sempre alla perenne ricerca della verità. Martina non crede di piacere a Cristian, sia per la differenza sociale che per quella culturale. Durante una festa sembrerebbe, invece, esserci una speranza, ma il passato ha lasciato delle questioni in sospeso per entrambi, questioni che ritornano, sconvolgendo la vita di entrambi.

Ho amato in particolare la famiglia della sorella di Martina, Federica, divertente e chiassosa, con continui battibecchi bonari. (Laura – La Biblioteca di Eliza)

Esistono due grandi amori nella vita di una donna. Uno ti porta all’altare, l’altro è colui che continua a indugiare tra le malinconie e i sogni agitati delle fredde notti d’inverno. Dentro ogni cuore, si cela un segreto. (Valentina Imperiu – poetessa)

Link Amazon

Esito provini – Writers XFactor

 In un momento – Alessandra Bertini

Immagine

L’autrice tratta un argomento molto delicato, ma lo fa senza esasperare nel dramma, cosa che apprezzo molto. Narra con semplicità, lasciando il lettore scivolare facilmente fra le righe per poi comprendere che il tema racchiude in sé un dolore non espresso, una decisione che di normale non ha nulla. Lo stile è semplice, nessuna forzatura, testo ottimamente coeso.

Alessandra è nel team.

* * *

Dove io sono me – Orina Tardo

read-369040_640

Questo racconto è fra quelli che ho apprezzato dal primo rigo. Prosa e poesia perfettamente intrecciati. Tema espresso con alta tensione emotiva, tuttavia non incupisce ma cattura ad ogni passo.

Oriana è nel team

* * *

Il sole mi ucciderà – Tiziana Carrato 

terra-300x225

Perfetto stilisticamente e per sintassi, ottima esposizione dello stato d’animo, ma la trama appare un po’ stretta nelle poche battute concesse per il racconto.

Tiziana non è nel team

***

In attesa – Serena Lavezzi

1

Scritto bene, qualche indecisione, buona tensione emotiva.

Serena è nel team

***

Seiji – Sara Filice 

sun-165250_640

Scenario futuristico descritto molto bene, trama ideale per sviluppare un romanzo.

Sara è nel team

***

Jacqueline – Annarita Tranfici

Casa inglese

Uno spaccato di vita di una giovane donna: breve ma intenso, in pochi tratti l’autrice delinea una vicenda delicata e pertanto ben descritta.

Annarita è nel team

***

L’incubo – Rossella Bordin

traene2

Per la tragicità del tema trattato, non è stata usata una giusta narrazione che possa creare empatia con la protagonista.

Rossella non è nel team

***

Una stagione per rinascere – Viviana Cardone

images (1)

Scritto con la giusta semplicità che rispecchia il modo con cui porsi di fronte alle avversità.

Viviana è nel team

***

Il buio – Melato Aisha Adelaide 

buio

Un tema forte, trattato con semplicità e per questo comunicativo. Un invito ad aprire gli occhi, soprattutto ai genitori ai quali consiglio di leggerlo.

Adelaide è nel team

***

Frammenti d’alba – Norma Nassi

girl-325399_640

Strutturato bene, breve ma incisivo.  Un insegnamento a non aver paura di ammettere di aver sbagliato strada e invita ad avere la forza di ricominciar. Il tutto attraverso la narrazione di un breve tratto di vita, un dialogo fra due fratelli.

Norma è nel team

***

La mia bugia preferita – Claudia Aprea

giulio-berruti-amore-204348

Una narrazione che scivola leggera e fresca. Lo stile dell’autrice è come una passeggiata e rende leggibile qualsiasi argomento.

Claudia è nel team

 ***

Dreaming of heart – Sciannimanico Cosima

1372190502

Gli affetti, il ricordo, le emozioni: descritte bene in un racconto dal sapore di una persa quotidianità che non si arrende.

Cosima è nel team

***

Eternità – Letizia Leotta

josef-sudek-le-jardin-magi

Scritto bene ma la trama sembra il finale di una storia più ampia.

Letizia non è nel team